Lavoro Hong Kong – Vivere a Hong Kong


Lavoro Hong Kong – Trovare lavoro a Hong Kong & adempimenti burocratici

Lavoro Hong KongIn questo articolo spiegherò i principali aspetti da tenere in considerazione quando si cerca lavoro a Hong Kong. Fornirò inoltre alcune dritte su come fare domande di lavoro efficaci, al fine di ottimizzare le possibilità di venire assunti. Posterò inoltre una lista di siti di lavoro utili per italiani.

 

Lavoro Hong Kong – La questione del visto

Ho dedicato un intero articolo all’ottenimento del visto per Hong Kong, e lo potete trovare cliccando qui. Ad ogni modo riassumerò la faccenda brevemente qui di seguito. Per lavorare ad Hong Kong come cittadino italiano, la soluzione più semplice è il training visa, che ha validità massima di un anno e poi deve venire rinnovato. Per il suo ottenimento è necessario avere un contratto di lavoro firmato. Inoltre, la persona richiedente il visto dovrà compilare un modulo denominato ID992A, mentre l’azienda datore di lavoro deve compilare il modulo ID992B.

Per facilitare il processo di acquisizione del visto, esistono agenzie che si occupano degli aspetti burocratici. Sarà quindi sufficiente ottenere un’offerta di lavoro e poi appoggiarsi ad una di queste nel caso il datore non sappia bene come muoversi. Per trovare queste agenzie è sufficiente digitare qualcosa come “Hong Kong visa agency” su Google e i primi risultati dovrebbero essere d’aiuto.

Lavoro Hong Kong

Lavoro Hong Kong – No ai lavori non specializzati

A differenza di Londra e l’Unione Europea in genere, è molto difficile (se non quasi impossibile) emigrare ad Hong Kong e “trovare un lavoretto” per arrangiarsi. A meno che non ci sia un livello di elevata specializzazione, è improbabile recarsi ad Hong Kong per fare ad esempio il cameriere. Nel mio caso specifico, per la domanda del visto training mi sono stati richiesti i titoli di studio, e se non avessi avuto la laurea, la domanda mi sarebbe stato negata.

Ci sono persone che “aggirano” questi vincoli arrivando come turisti e lavoricchiando a nero, ma lo sconsiglio vivamente in quanto le conseguenze legali sono abbastanza severe. Inoltre, un evento negativo di questo genere comprometterebbe la possibilità di ottenere visti (anche turistici) in futuro per altri paesi.

Lavoro Hong Kong – Motori di ricerca di lavoro

Oltre a ricercare aziende operanti nel tuo settore singolarmente sui relativi siti web, spesso sono utili anche i motori di ricerca di lavoro. In questo articolo troverai validi consigli per trovare lavoro (a Londra), ma una buona parte delle informazioni è valida anche per Hong Kong e questa sezione dell’articolo. I siti più efficaci sono i seguenti:

Lavoro Hong Kong

Lavoro Hong Kong – Requisiti Linguistici

Dal punto di vista lavorativo l’inglese è strettamente necessario ma non sufficiente. Spesso è richiesto il mandarino (a causa dei forti contatti commerciali con la Mainland China), ed il cantonese che è la lingua ufficiale di Hong Kong. Poi ovviamente dipende dalla tipologia di lavoro che si sta cercando. Nel caso di un programmatore ad esempio, probabilmente l’inglese potrebbe bastare. Inoltre bisogna considerare se si intende lavorare per una azienda locale o internazionale. Spesso l’inglese è abbastanza se si lavora verso mercati europei e Stati Uniti (io non parlo né il cantonese né il mandarino, e per i clienti in Cina la mia azienda ha un paio di dipendenti madrelingua).

Lavoro Hong Kong – Conto corrente e salari Hong Kong

Conto corrente: Una buona notizia è che anche senza un visto lavorativo è potenzialmente possibile aprire un conto corrente Ovviamente è meglio se in possesso del visto). Ogni banca ha le sue regole, ma in linea di massima è sufficiente una carta firmata dal datore di lavoro dove si certifica l’indirizzo di permanenza del richiedente del conto. Questo è il sito della HSBC per Hong Kong, mentre questo è per la citibank. Dateci un’occhiata per aggiornamenti su condizioni e termini per ottenere un conto.

Salari ad Hong Kong: Questo tema è un po’ più delicato e ovviamente dovreste far riferimento alla vostre specifica azienda e contratto di lavoro. Ad ogni modo, per avere un ordine di grandezza, un impiegato in una multinazionale di grandi dimensioni può avere un salario che oscilla tra i 15000HK$ e 40000HK$ al mese. Il tutto dipende dalla posizione occupata nell’azienda, e altri aspetti che magari non ho considerato. Non è da escludere infine che si possa sforare questi limiti esemplificativi che ho appena proposto.

Lavoro Hong Kong – Come trovare lavoro a Hong Kong

Questo tema meriterebbe un articolo per conto suo, ma cercherò di dare brevemente alcune dritte. Innanzitutto, il primo consiglio che mi sento di dare è aggiornare il proprio CV ed adattarlo ad ogni domanda di lavoro che si intende fare. Il processo è più lungo rispetto ad avere un singolo CV e spedirlo a molte aziende, ma la personalizzazione incrementa le opportunità di un colloquio.

Se si fa domanda per una posizione di marketing ad esempio, consiglierei di mettere in evidenza esperienze nella vendita e adattarle allo stile dell’azienda per cui si fa domanda (questo ovviamente implica che bisogna anche fare delle ricerche sull’azienda stessa).

Attivarsi su Linkedin. Avere un profilo linkedin coerente col proprio CV è una carta vincente in quanto sul CV lo spazio è limitato, mentre su Linkedin è possibile espandere il proprio ventaglio di esperienze e dimostrare il valore effettivo che potrete apportare all’azienda. Se riuscite ad attirare l’interesse del datore, molto probabilmente Linkedin sarà una delle prime cose che verrà valutata dopo il CV.

Evidenziare i propri punti di forza. Ognuno ha qualche forma di talento, o ha ottenuto degli eccellenti risultati in passato. Sfruttate questi assets (es. voto di laurea, tirocini, esperienze di lavoro, corsi e/o certificazioni rilevanti per il vostro settore).

Cover letter e referenze. Non mi addentrerò molto nei meandri di questi temi in quanto la rete è stracolma di informazioni al riguardo. Ad ogni modo, come per il CV, mi sento di consigliare un aggiornamento continuo anche della cover letter, adattandola all’azienda per cui si sta facendo domanda. Consiglio inoltre di rivolgervi ad un precedente datore di lavoro (o relatore di tesi) per farvi scrivere una lettera di referenza sul modello anglosassone. Aldo Mencaraglia è uno dei migliori esperti nel settore, vi rimando al suo sito per informazioni utili a tal riguardo.

Ho girato un breve video che vedrete qui di seguito, sotto al video ulteriori link ed informazioni, non dimenticatevi di condividere l’articolo e seguirmi sui social media che trovate qui a lato.

lavoro hong kong

lavoro hong kong

lavoro hong kong

lavoro hong kong

lavoro hong kong
This entry was posted in Hong Kong, visto hong kong, Vivere a Hong Kong and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.