Trasporto pubblico londinese


Una delle cose più belle di Londra è l’efficienza e l’elevata frequenza del trasporto pubblico. Avere una metropolitana ogni 3/5 minuti e un autobus ogni 4/6 è una cosa veramente molto comoda. Per non parlare del fatto che gli autobus vanno 24 ore al giorno, quindi a casa in qualche modo ci si può sempre tornare (e per i più facoltosi nemmeno i taxi mancano).

Inoltre, sui mezzi pubblici è valida la stessa tessera ovunque come biglietto. Si chiama Oyster card, è blu e costa 5 sterline. Si può utilizzarla nei due seguenti modi:

1) Semplicemente ricaricarla ed usare il credito presente in essa (top up), oppure

2) è anche possibile immettere al suo interno abbonamenti settimanali, mensili o annuali.

NOTA 1: le due soluzioni elencate possono coesistere nella carta (es. faccio l’abbonamento solo per l’autobus e uso il top up per la metro).

NOTA 2: Se siete studenti e potete dimostrare che studiate nel Regno Unito, è possibile fare domanda online per ottenere una Oyster studenti (con tariffe super agevolate).

oyster

L’Oyster card è valida su autobus, metropolitana, tram e ferrovie.

L’unica “pecca” del trasporto pubblico londinese è il suo costo, soprattutto se vi dovete spostare dalle aree periferiche verso il centro.

Dovete sapere infatti, che Londra è suddivisa in zone che si espandono come degli anelli concentrici. La zona 1 è sostanzialmente il luogo centrale, dove si trovano Buckingham Palace, Westminster, la City, Oxford Street e i luoghi famosi della città. Il primo cerchio attorno alla zona 1 è la zona 2; essa è ottimamente servita ed adiacente al centro. Si procede poi progressivamente con le zone sempre più periferiche fino ad arrivare alla 9!!

Oltre la zona 4 si inizia ad essere veramente lontani, e il trasporto pubblico diventa un costo decisamente rilevante (es: zona 4, all’incirca 43 sterline a settimana di abbonamento metropolitana!).

L’ideale sarebbe ad ogni modo trovare un’abitazione in zona 2 o massimo 3 se lavorate in centro, oppure il più vicino possibile al vostro luogo di lavoro se lavorate in periferia; è possibile tuttavia registrare l’Oyster sul sito della compagnia di trasporti di Londra (TFL), e in tal modo accedere alla possibilità di effettuare abbonamenti mensili ed annuali, risparmiando di conseguenza qualcosa. Una volta registrata, l’oyster assume rilevanza anche a livello giudiziario come prova (es. mi trovavo in un determinato luogo ad una determinata ora).

Per qualsiasi informazione sul trasporto pubblico londinese, orari, autobus, metropolitane etc. il sito ufficiale da consultare è http://www.tfl.gov.uk/.

In un anno mi è successo solo due volte di sentire un annuncio che avvisava del ritardo di un treno (la prima volta era a causa di una nevicata eccezionale e il ritardo complessivo era di 15 minuti; la seconda volta dei lavori di manutenzione hanno bloccato parte di una linea alcune ore).

Infine, fate click qui per leggere articoli simili e restare aggiornati.

Talk to you soon, bye!

This entry was posted in londra and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Trasporto pubblico londinese

  1. Pingback: Come trovare casa a Londra | NicoLifeStyle

  2. Pingback: Il costo della vita a Londra… | NicoLifeStyle

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s